Forgotten Opera Singers

Forgotten Opera Singers
Singers of the San Carlo Grand Opera Company

Apr 26, 2015

Maria Carena (Soprano) (Torino, Italia 1891 – Torino, Italia 1966)


Maria Carena

                                                       Virginia Ferni-Germano

She studied singing under Virginia Ferni-Germano in Turin and made her debut in 1917 at the Teatro Chiarella in Turin as Leonora in G. Verdi’s ‘’ Trovatore’’. 

Chronology of some appearances

1917 Torin Teatro Chiarella Trovatore (Leonora)
1918 Roma Teatro Costanzi Mosè (Anaide)
1918 Milano Teatro Lirico Aida (Aida)
1918 Genova Politeama Genovese Trovatore (Leonora)
1919 Buenos Aires Teatro Coliseo Aida (Aida)
1919 Buenos Aires Teatro Coliseo Tabarro (Giorgetta)
1920 Roma Teatro Costanzi Uomo che ride di Arrigo Pedrollo (World premiere)
1921 Bologna Teatro Comunale Nemici by Guido Guerrini (World premiere)
1922 Milano La Scala
1926 Bologna Teatro Comunale
1927 Roma Teatro Argentina Lohengrin (Elsa)
1931 Genova Teatro Carlo Felice
1931 Napoli Teatro San Carlo
1931 Milano La Scala Huguenots (Valentina)
1932 Milano La Scala Un ballo in maschera (Amelia)
1940 Roma Teatro dell'Opera Trovatore (Leonora)

RECORDINGS FOR SALE









Fonotipia, Milano 1927-01-21
Forza del destino (Verdi): Madre, madre, pietosa vergine 120038
Ave Maria (Bach-Gounod) 120038 XXPh5863

2 comments:

  1. Sono un estimatore della Signora Maria Carena, la quale, mai da me ascoltata in teatro per motivi "epocali" ha lasciato tracce indelebili di grande arte incidendo il Trovatore (una leonora che mai perde di vista il carattere "lunare" del personaggio, né cede a plateiltà, ma resta "sognante", sia pure con voce squillante)e nella Forza del Destino (un altro esempio di preghiera verdiana, nel vero senso del termine). Alla Scala regnò dal 1921 al 1933, sempre diretta da Toscanini, che di grandi artisti ben se ne intendeva (a differenza di Celletti). Nella mia città, Bologna ha cantato dal 1920 (Aida) al 1936 (Gioconda, Imola, ora città metropolitana di Bologna), creando i ruoli di Giorgetta e Suor Angelica (1921) e Asteria (Nerone di Boito, 1924). Ai discendenti dell'artista, le mie felicitazioni!

    ReplyDelete